aceto di mele per dimagrire
Alimentazione sana

Aceto di mele e dimagrimento, come si coniugano?

 

Aceto di mele per dimagrire? Ebbene a quanto pare la risposta alla domanda è Si, l’aceto di mele oltre ad essere un prodotto naturale e quindi ottimo per l’organismo aiuta anche nella dieta.

La ratio Popolare

Le nonne dicevano che aceto di mele con acqua aiutava il processo digestivo, c’era una ratio in questo metodo che derivava dalle cultura contadine, infatti l’aceto di mele ha diverse proprietà, e in aggiunta a ciò consente di dimagrire.

Accennato alle virtù di questo elemento naturale e dicendo che vale sempre l’idea di prenderle in considerazione occorre passare al “cuore” del tema  ovvero il suo effetto dimagrante. 

La prima domanda che viene alla mente è se funzioni veramente, e magari subito dopo le persone si possono chiedere se tale approccio sia sicuro.

Risponderemo ad entrambi i quesiti.

Aceto di sidro di mele: Proprietà

L’aceto di mele può essere utilizzato come supplemento per le diete occorre però fare attenzione, visto che non bisogna consumare questo prodotto per troppi giorni consecutivi. Se lo si volesse infatti inquadrare in un ruolo, questo sarebbe quello dell’assistente, in sostanza è un componente  da integrare in specifiche diete e andando a seguire delle linee guida. 

Ma in tutto ciò, come fa a far dimagrire questo aceto di mele?

Ecco come in un elenco: 

N°1: L’aceto di mele deterge e depura l’intestino,  questa attitudine è dovuta a un elemento chiamato acido acetico, elemento che aiuta nella prevenzione della stitichezza, andando ad impedire ai batteri di accumularsi, di conseguenza risulta appropriato se ad esempio si soffre di digestioni lente e di rigonfiamenti addominali. 

N°2: L’aceto di mele riesce a saziare. Assunto prima dei pasti in acqua come da “consiglio della nonna” l’appetito ne uscirà maggiormente regolato aiutando la persona a saziarsi.

N°3: L’aceto di mele è ricco di vitamina A, questa vitamina aiuta a prendersi maggiore cura della pelle rendendola più elastica. 

N°4: Svolge un azione diuretica, grazie alla sua “dote” di potassio quel minerale che alcalinizza leggermente il pH del sangue, aiutando ad evitare vertigini, ritenzione di liquidi e crampi, aiuta a sentirsi più leggeri e anche in questo caso coadiuva il lavoro metabolico andando a pulire il sistema digestivo. 

Come assumere l’aceto di mele e eventuali Controindicazioni

In conclusione occorre dire che questo condimento (viene pensato spesso così nella cucina mediterranea) va assunto prima dei pasti, come si è potuto intuire anche dal paragrafo precedente basta versarne un cucchiaio in un bicchiere d’acqua, mescolarlo e berlo. In sostanza prima della colazione, del pranzo e della cena. 

Per quanto riguarda le controindicazioni sull’assunzione va detto che queste si rifanno in linea generale ad eventuali rischi o effetti collaterali dovuti sia all’assunzione occasionale di piccole quantità di aceto di mele, sia ad alte e costanti quantità ingerite. Nel primo caso le percentuali di sviluppare controindicazioni in tale circostanza sono molto rare, ma maggiori diventano se l’impiego di questo alimento (o condimento) è a lungo termine o in maggiori quantità, in tal caso si può parlare effettivamente di alcune controindicazioni quali:

1. costipazione

2. acne

3. irritazioni localizzate

4. prurito

5. diarrea

 

Articolo scritto da: Erika

Photo by Fischer Twins on Unsplash

You Might Also Like...

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Privacy Policy