Allergia al polline come contrastarla naturalmente
Rimedi naturali

Allergia al polline come contrastarla naturalmente

 

Le allergie stagionali possono diventare un ostacolo alla vita quotidiana, lo sa bene chi ad esempio in primavera è allergico ai pollini. In questo articolo vedremo alcune tecniche per aiutare chi soffre di questi malanni.

Allergia al polline sintomi, rimedi erboristici e integratori 

Entrambi questi metodi agiscono a supporto di un trattamento sintomatico dell’allergia ai differenti pollini. I sintomi sono quelli di una lacrimazione quasi costante, starnuti, cattiva respirazione e pruriti.

In pratica tutte cose che compromettono il corretto svolgimento di una giornata.

Si parlava nel titolo di rimedi erboristici e di integratori, partiamo dai primi segnalando alcune piante anche perché molti integratori contengono estratti delle stesse e quindi hanno una formulazione erboristica:

  • La Perilla Nome botanico: Perilla frutescens. Le proprietà sono antiallergiche e immuno modulatrici, infatti il suo impiego a scopo terapeutico avviene nei disturbi su base infiammatoria, comprese le allergie, la perilla va ad alleviare i sintomi della rinite allergica e può ritenersi un valido rimedio nella prevenzione dell’asma bronchiale. Questa pianta va ad inibire i maggiori mediatori chimici che riguardano l’infiammazione e l’allergia, tra questi: istamina e leucotrieni. 
  • Il Ribes nero Nome botanico: Ribes nigrum. Le proprietà del ribes nero sono anch’esse antinfiammatorie e hanno un effetto similare a quello del cortisone ma senza gli effetti collaterali di quest’ultimo. In più il ribes nero viene considerato anche un valido antistaminico e analgesico.
    L’impiego terapeutico è esercitato sulla corteccia delle ghiandole surrenali e risulta stimolante della secrezione di sostanze ad azione antinfiammatoria. 
  • La Rosa canina, il nome botanico è il medesimo. Le proprietà sono antiossidanti e antinfiammatorie. Il suo impiego terapeutico risiede nell’azione svolta nelle flogosi acute che generano alterazioni delle mucose, soprattutto quando queste hanno a che fare con componenti allergico-asmatiche. Per le sue proprietà viene considerata un rimedio importante nella prevenzione delle allergopatie respiratorie. In aggiunta, i frutti della Rosa Canina rappresentano una valida fonte di Vitamina C concentrata, capace di fornire un contributo al rafforzamento delle difese naturali dell’organismo. 

Farmaci o Rimedi naturali?

I farmaci di fatto curano solo il sintomo e non la causa che lo genera, in conseguenza di ciò e del fatto che molti farmaci hanno diversi effetti collaterali, molte persone preferiscono optare per metodi meno invasivi, anche per approcciarsi in modo diverso alle allergie di tipo stagionale.

Ma allora? Quali ulteriori consigli?

Due dei migliori consigli che possiamo fornirvi è quello di lavarvi con molta frequenza gli occhi con acqua fredda, ungere l’interno del naso con della vaselina, così da evitare che le spore si depositino sulle sue pareti interne.

Poi come visto c’è l’approccio erboristico sopra riportato, in conclusione se volete evitare farmaci invasivi qualche buon rimedio suggerito ora lo avete.

 

Articolo scritto da: Erika

Immagine di: Free-Photos / Pixabay

You Might Also Like...

No Comments

    Leave a Reply