Ayurveda in cucina: i sei sapori
Alimentazione sana

Ayurveda in cucina: i sei sapori

 

 

Nel precedente post, avevamo già parlato di come la cucina Ayurvedica conferisce all’alimentazione un’importanza fondamentale nella cura del corpo e dello spirito. Oggi vedremo come il gusto dei cibi non è solo un’ abitudine piacevole ma nella visione dell’ Ayurveda i sapori degli alimenti svolgono un ruolo importante, poichè conoscere i sapori dominanti di un cibo è importante per capire l’effetto che avrà nel nostro organismo. 

Gli Effetti dei sei Sapori

L’Ayurveda suddivide gli alimenti, le medicine e le emozioni in 6 differenti sapori, ognuno di essi è è a sua volta formato dai 5 Elementi, questi ultimi interagiscono in modi differenti e in proporzioni diverse.

Ecco i sei sapori riconosciuti dall’Ayurveda e il loro corrispettivo nome in sanscrito:

  • Il sapore dolce denominato: Madhura rasa / Elementi: Acqua + Terra 
  • Il sapore salato: Lavana rasa / Elementi: Acqua + Fuoco 
  • Il sapore acido: Amla rasa / Terra + Fuoco 
  • Il sapore piccante: Katu rasa / Fuoco + Aria 
  • Il sapore amaro: Tikta rasa /  Aria + Etere 
  • Il sapore astringente: Kashaya rasa / Aria + Terra 

In virtù degli elementi a disposizione nel cibo ingerito, ogni sapore aggrava (aumentando) o pacifica (diminuendo) un dosha.
Ad esempio, il sapore dolce secondo questo sistema è collegato agli elementi di acqua e terra, quindi aggrava Kapha perché questi sono anche gli elementi basilari in Kapha dosha. Il sapore va ad influire sull’effetto che ogni cibo ha sul nostro corpo, di conseguenza conoscere i sapori dominanti di un alimento risulta importantissimo per l’Ayurveda al fine di comprendere l’effetto che uno specifico cibo avrà nel corpo. 

Seguendo la classificazione che viene fornita dalla Medicina Ayurvedica, la carne ha un sapore dolce avendo le caratteristiche dei cibi dolci, ovvero fornendo energia e andando ad aumentare Kapha dosha. 

I Rasa

I Rasa vanno ad influenzare l’equilibrio dei Dosha e, come questi ultimi derivano dai cinque elementi. La caratteristica di ogni dosha, concepito dal corpo, dipende prevalentemente dai gusti che vengono assunti.

La formazione dei rasa inizia con il processo di masticazione quando la saliva si mescola al cibo triturato, iniziando a formare queste sostanze, che le persone sono capaci di riconoscere attraverso l’organo del gusto, la lingua, ma la vera origine dei rasa, risiede un passo prima, ovvero nelle proprietà del cibo che si assume.

Agni e Fuoco Digestivo

Il fuoco digestivo viene definito come agni e risulta responsabile di ogni processo di trasformazione del cibo in sostanze nutritive e materiali di scarto, quindi dal buon funzionamento di esso dipende la formazione, il nutrimento e l’equilibrio dei dosha che è bene ricordarlo sono i costituenti del corpo secondo l’Ayurveda, stesso discorso vale per: 

  • I dhatu (ovvero i tessuti)
  • I mala (ciò che si espelle)
  • I cinque elementi presenti nel corpo

Si comprende come per l’Ayurveda acquisisca particolare importanza il sistema digestivo della persona trattandosi di un fattore essenziale per il mantenimento della corretta salute. Il cibo assunto e che nutre una persona può anche avere la migliore qualità e risultare il più adatto, ma qualora non venisse digerito bene rappresenta di fatto un problema.

Nei testi antichi dedicati all’Ayurveda si parla di Fuoco Digestivo e questo viene collegato alle funzioni fisiologiche che processano il cibo e lo scompongono per prepararlo alla successiva assimilazione. Il concetto di Agni include la secrezione e l’azione sul bolo alimentare dell’acido cloridrico, degli enzimi intestinali, degli acidi e degli alcali biliari. 

Secondo i principi dell’Ayurveda nel corpo sussistono tredici tipologie di Agni ed il più importante è Jatharagni che si colloca nello stomaco e digerisce il cibo, nella scrittura sanscrita Jathar significa stomaco, Agni significa fuoco, per cui Jatharagni é il fuoco presente nello stomaco. 

In sostanza tutto è collegato e l’Ayurveda pensa l’alimentazione come un tutto non separabile partendo dal cibo.

Per approfondire la cucina ayurvedica, consigliamo di leggere:

 

Nutrizione Ayurvedica
Manuale per un’alimentazione equilibrata e sana

Voto medio su 9 recensioni: Da non perdere


La Cucina Ayurvedica - Ricette e consigli per la buona salute
Proprietà nutritive e terapeutiche dei cibi e delle combinazioni alimentari – Nuova Edizione riveduta e aggiornata

Voto medio su 5 recensioni: Da non perdere

Articolo scritto da: Erika

You Might Also Like...

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Privacy Policy