Calendula: proprietà, usi e controindicazioni
Rimedi naturali

Calendula: proprietà, usi e controindicazioni

 

Dai fiori della Calendula si ricava l’olio, la pomata e la tintura madre, vantando proprietà magiche per la cura del nostro corpo. Ma quali sono i benefici della calendula e come utilizzarla? Scopriamoli insieme.  

La calendula (Calendula officinalis) appartiene alla famiglia delle Composite. Nota anche come ‘’oro di Maria”, è originaria dell’Egitto e cresce spontaneamente in prati e luoghi erbosi, fino ad un’altezza di 600 metri. La sua fioritura avviene da Giugno a Novembre e per godere delle sue proprietà i fiori vanno raccolti al mattino, prima che la fioritura sia completa.
Inoltre, può essere anche coltivata in giardino, seminando in primavera.

Vediamo quindi le principali proprietà della calendula:

Antinfiammatoria e Antispasmodica

Utile in caso di colite, gastrite, ulcera gastrica. 

Antibatterica Antisettica Cicatrizzante

La rendono un rimedio perfetto per le scottature, ferite e irritazioni della pelle.

Antidolorifica ed Emmenagogo

Adatta per alleviare i dolori mestruali e favorisce il flusso del sangue, sia se scarso che abbondante. 

Dermofunzionale

Migliora la salute della pelle

Epatoprotettore 

Rigenera la funzionalità del fegato e favorisce il flusso della bile. Ottimo alleato per chi presenta problemi di stomaco poiché favorisce la digestione. 

Inoltre, fin dal 1500 se ne fa uso per curare le irritazioni e le infiammazioni degli occhi. 

 

Usi della Calendula

Uso interno: 

Infuso e Tisana, un cucchiaio di fiori essiccati per ogni tazza di acqua calda, non bollente. Da 2 a 3 tazze al giorno. 

Tintura madre, è un integratore naturale di vitamina A. 30-40 gocce diluite in acqua, da una a 3 volte al giorno. 

Uso esterno:

Olio di calendula, in erboristeria è possibile trovarlo. Assicuratevi di acquistare un prodotto naturale e puro al 100%.
Ideale per idratare e rigenerale la pelle secca o irritata. 

Pomata, è indicata per tutti i tipi di pelle, anche per le più delicate e sensibili. La sua azione emolliente lenitiva e protettiva la rende utile in caso di pelle secca, screpolata e in presenza di fastidi cutanei. Ottima anche dopo l’esposizione solare.

Controindicazioni 

Non sono note controindicazioni o effetti collaterali e il rischio di allergia alla pianta è molto basso per via dell’assenza di elenalina. 

 

Articolo scritto da: Anna

 

You Might Also Like...

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Privacy Policy