cos'è l'alimentazione bioenergetica?
Alimentazione sana Benessere psicofisico

Cos’è l’alimentazione bioenergetica?

 

La bioenergetica è una materia complessa che riguarda tra le altre applicazioni anche la cucina e cosa si può ottenere dai cibi. Un approfondimento su questa disciplina olistica. 

Gli alimenti non sono unicamente un insieme di principi che deve nutrire, si parla certo di:

  • carboidrati
  • proteine
  • vitamine
  • lipidi
  • minerali

Ma aspetto, sapore e colore con l’aggiunta di ulteriori caratteristiche svelano la vera natura degli alimenti e la loro funzione per l’essere umano che appunto ne trae nutrimento.

Dividere non aiuta

Spesso l’occidente è abituato a dividere e ad incasellare gli aspetti di un unica cosa, avviene anche con i cibi questa prassi, un tipo di atteggiamento errato è quindi alla base spesso ma non sempre, della nutrizione, la bioenergetica invece unisce gli aspetti della singola cosa (in questo caso della nutrizione) per osservarli da una precisa prospettiva.

Di frequente siamo abituati a sentir parlare di grassi, carboidrati, calorie… dimenticando l’insieme ovvero la totalità del tema nutrizione e alimentazione.

Invece per ciò che riguarda l’alimentazione bioenergetica la visione è olistica, termine di derivazione greca che significa “tutto”, quindi tale forma di alimentazione tiene conto della Terra, dell’essere umano e degli alimenti. 

I principi della visione bioenergetica

I principi che animano questo modo di intendere la “tavola” si rifanno a quelli della fisica quantistica, ma riguardano un modello molto più antico della stessa materia, quello relativo alla Medicina Tradizionale Cinese. 

In tutte e due queste visioni ci si concentra in modo particolare sulla vibrazione energetica che riguarda ogni cosa sulla Terra, esseri umani e alimenti compresi, si presta attenzione alle onde elettromagnetiche che interagiscono tra loro. Nel comparto alimentare è quindi secondo tale approccio, importante comprendere come una specifica vibrazione riguardante un cibo specifico può interagire in modo positivo o negativo con la persona specifica.

Bioenergetica e piatti in tavola

La preparazione dei cibi e la cucina bioenergetica, come sostiene la parola stessa, si concentra sul valore energetico della sostanza di cui sono composti i cibi, e fa questo senza dimenticare l’aspetto nutritivo delle stesse sostanze che prende in esame in relazione al singolo individuo.

Come abbiamo precedentemente detto, ci sono persone che riducono il cibo e gli alimenti in tabelle e valori apportati, dimenticando l’anima energetica di ciò che si va ad inserire nel corpo, i valori nutrizionali sono certamente utili ma da soli non bastano. Mangiare e nutrirsi non è un processo meccanico ma riguarda i gusti, la sensibilità personale e l’alimentazione nella bioenergetica è concepita come qualcosa di dinamico, mutevole, che attiene alle emozioni, alle sollecitazioni, ai pensieri, alle culture, insomma la sfera emotiva vale tanto quanto quella nutritiva nell’approccio della bioenergetica. Di fatto si nutre una persona e il suo organismo, non un automa o solo l’apparato digerente.

Bioenergetica e olismo

Il cibo è arricchimento dell’anima si potrebbe pensare in questo modo la bioenergetica in rapporto alla totalità dell’essere vivente, nel caso in esame rispetto all’essere umano, dove i momenti di vita vengono “catturati” e fluiscono attraverso sapori e odori, il gusto è un senso e questo riguarda sia la mente che la sfera emotiva, separarli in sostanza non aiuta la totalità della persona.

In conclusione “prendersi cura” di una persona prevede ingredienti preparati anche nella bioenergetica alla stessa maniera ma che tengono in considerazione l’individuo nei suoi diversi aspetti senza dividerli e senza incasellarli.

Per approfondire l’alimentazione bioenergetica consigliamo di leggere:

 

Articolo scritto da: Erika

You Might Also Like...

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Privacy Policy