Alimentazione Macrobiotica: origini e principi
Alimentazione sana

Alimentazione Macrobiotica: origini e principi

 

La scelta della cucina macrobiotica racchiude in sé una serie di considerazioni legate alla ricerca continua dell’equilibrio. Poichè la vita è fatta di equilibri, il benessere fisico, mentale, emotivo e spirituale fanno parte di un unico concetto: la salute intesa come pienezza, come equilibrio di energie. 

Nella cucina macrobiotica non ci sono alimenti vietati, ognuno dovrà tornare ad ascoltare il proprio corpo e la propria coscienza e decidere quali cibi scegliere in comunione con la stagione, con la propria condizione interna del corpo e con l’ambiente in cui viviamo. Ma partiamo dalle origini per seguire meglio la visione energetica della macrobiotica. 

Le origini della Macrobiotica 

Le parole macros ( dal greco μακρος, lungo ) e bios ( βιος, vita ), vengono usate per la prima volta da Ippocrate nel suo scritto: “Arie, acque, luoghi”. Attraverso i secoli questa filosofia di vita, attraversa l’Impero Romano e il Medioevo come metodo ippocratico per favorire la salute. Verso la fine del 1700, comincia a delinearsi il grosso conflitto fra l’opera tecnologica dell’uomo e la natura, con l’effetto collaterale di un suo allontanamento dalla sue leggi e dai suoi ritmi. 

Il termine macrobiotica nasce ufficialmente, nel 1796 grazie al medico ippocratico tedesco Christoph Wilhelm Hufeland pubblica il suo “Macrobiotica, ovvero l’arte di prolungare la vita umana”, il libro auspica a un ritorno alla natura e alla vita semplice.

La convinzione che una vita e un’alimentazione naturali siano preferibili all’alienante civiltà industriale si rafforza sempre più, e non a caso qualche decina di anni dopo nascono il naturismo e l’igienismo (dal greco υγεία ygeia, salute), sempre di stampo ippocratico, che arrivano all’apice a cavallo fra 1800 e 1900 e fino all’alba della seconda guerra mondiale. La guerra, oltre a frenare per anni la cultura naturista ippocratica, ha avuto pure il demerito di dare inizio all’industrializzazione del cibo, pratica richiesta da un fabbisogno di alimenti a lunga conservazione, trasportabili e a buon mercato per le truppe e per le popolazioni schiacciate dall’economia di guerra e dalla successiva ricostruzione. Ci vogliono decenni perché i movimenti naturisti riguadagnino seguito nel largo pubblico ormai legato a questo cibo comodo e allettante, fino ai movimenti giovanili-naturistici degli anni ’50-’60. E’ in questa temperie che il giapponese Yukikazu Sakurazawa, dopo essersi trasferito in Francia assume il nome di Georges Ohsawa, riuscendo a far conoscere la sua personalissima visione dell’alimentazione. Comincia a chiamare il suo punto di vista “macrobiotica” alla fine degli anni ’50, e da allora per molto tempo, dedica parecchi trattati, inspirandosi alle regole alimentari dei monaci, buddisti. 

I principi della Macrobiotica

Ohsawa descrive la macrobiotica come “la pratica di una concezione dialettica dell’universo, antica di 5.000 anni e che mostra la via della felicità attraverso la salute”, rifacendosi agli antichi Maestri cinesi (Lao-Tsu, Song-Tsu, Confucio) ma anche a quelli indiani (Buddha, Mahavira, Nāgārjuna) ed altri, fra i quali Gesù. 

Secondo Ohsawa il raggiungimento della salute fisica, mentale e spirituale è la ricerca, nel proprio stile di vita, dell’equilibrio secondo i principi dello Yin e dello Yang. Pertanto, rispettare quotidianamente una corretta alimentazione permette di mantenere un equo equilibrio tra Yin e Yang e assicurarsi una lunga vita in salute. 

Il corpo si cura da solo se lo aiutiamo con scelte consapevoli e il cibo, come diceva Ippocrate, diventa la nostra medicina. 

Per approfondimenti sulla Macrobiotica, consigliamo di leggere:

 

Medicina Macrobiotica
Curare e guarire con i principi naturali dell’universo.

Voto medio su 6 recensioni: Da non perdere


Guida Completa alla Cucina Macrobiotica
Armonia, salute e bellezza con l’alimentazione macrobiotica

Voto medio su 7 recensioni: Da non perdere

RIPRODUZIONE VIETATA. QUESTO ARTICOLO HA SOLO FINE ILLUSTRATIVO E NON SOSTITUISCE IL PARERE DEL MEDICO. NON E’ DESTINATO A FORNIRE CONSIGLI MEDICI, DIAGNOSI O TRATTAMENTO. DISCLAIMER

Articolo scritto da: Anna

Fonti e approfondimenti: www.holyfood.it

You Might Also Like...

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Privacy Policy