Nutrizione olistica: adottare un regime alimentare sano
Alimentazione sana

Nutrizione olistica: adottare un regime alimentare sano

 

“Olistico” deriva dal termine greco holos che indica ‘’il tutto – la totalità dell’essere umano”, unito a nutrizione vuole definire tutto ciò che concerne il complesso mondo dell’alimentazione. 

La nutrizione olistica è uno stile alimentare basato su numerose ricerche scientifiche dal professor Marcello Mandatori.

I concetti della nutrizione olistica sono basati sulle conoscenze di metodiche nutrizionali molto importanti come il metodo Kousmine (incentrato sulla naturopatia), la nutrizione ortomolecolare (basata sull’uso di vitamine, sali minerali, aminoacidi e sui metodi igienico-sanitari), gli studi di biochimica alimentare statunitense. Alla base del metodo ci sono anche gli studi dei fenomeni della disbiosi (alterazione degli enzimi e della flora batterica intestinale) , dell’ecologia clinica americana per il trattamento delle intolleranze alimentari. 

Questo vuol dire che la nutrizione olistica ha in sé le basi della scienza dell’alimentazione universitaria, ma conterrà anche le verità delle varie discipline nutrizionali che si sono fortemente sviluppate in questi ultimi anni e che hanno portato a rivoluzionare molti concetti che sono alla base delle relazioni tra i cibi e il nostro organismo, tra gli alimenti e il benessere psicofisico. Difatti, l’approccio olistico alla nutrizione riesce a dare prova che un’alimentazione sana ed equilibrata riesce a prevenire innumerevoli stati di malattie, rafforza il sistema immunitario e contrasta svariate patologie e sintomi.

I principi olistici per adottare un regime alimentare sano si basano su: 

Bere adeguate quantità d’acqua durante la giornata: la disidratazione interferisce con con il processo digestivo 

Mangiare frutta e verdura fresca provenienti da raccolti locali e Consumare alimenti biologici: poiché l’uso sconsiderato di concimi industriali fertilizzanti, fitofarmaci, antiparassitari, inquina le falde acquifere, portando sulla tavola una marea di sostanze dannose per l’organismo. Una mela può esser sottoposta fino a 50 trattamenti diversi, prima di arrivare al negozio del fruttivendolo…

Acquistare carni e prodotti lattiero-caseari provenienti da bio-allevamenti: la maggior parte del cibo contiene elevate quantità di ormoni e antibiotici

Prediligere pane, pasta, riso e biscotti integrali: i cereali integrali forniscono più sostanze nutritive poiché contengono l’intero valore del chicco 

 Per condire va usato l’olio extra vergine d’oliva: ricavato da spremitura a freddo 

Per la cottura si consiglia l’olio di cocco: ha un punto di fumo (punto in cui gli acidi grassi di un olio iniziano a degradare e si possono formare composti tossici) significativamente più alto rispetto alla maggior parte degli altri oli, perfetto nelle fritture. 

E’ preferibile mangiare cibi crudi o poco cotti: perché mantengono più sostanze nutritive ed enzimi attivi degli alimenti cotti 

Evitare e ridurre caffè, alcolici, zuccheri raffinati, sale: consigliamo l’acquisto del sale marino integrale o del sale dell’himalaya. 

La nutrizione olistica migliora l’energia sia fisica che mentale della persona. 

Prendersi cura di se stessi significa imparare a vivere in modo sano, adottando un’alimentazione sana ed equilibrata e imparando a coltivare il benessere della salute del proprio corpo per arrivare anche a purificare i pensieri negativi e le proprie emozioni. 

 

Bibliografia: 

– Manuale della nutrizione olistica di Annalisa Bettin, Marcello Mondatori 

– Nutrizione in naturopatia di Luca Pennisi 

Articolo scritto da: Anna

You Might Also Like...

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Privacy Policy