Quali sono e perché scegliere i grani antichi?
Alimentazione sana

Quali sono e perché scegliere i grani antichi?

 

I grani cosiddetti “antichi” sono quelli coltivati

per primi dall’uomo nell’anno 9.000 a.c.

 

Affondiamo le nostre radici nel passato, per andare a riprendere la conoscenza dei grani antichi, le varietà, i benefici e i motivi per cui bisognerebbe reintegrarli nella propria alimentazione. 

Ai tempi dei nostri nonni esisteva meno quantità di cibarie, ma più qualità; oggi siamo sommersi di cibo e confusi in fatto di qualità e origine. I veri problemi alimentari non hanno origine dalla carne, ma dalla coltivazione dei cereali, dove nel corso degli anni per rendere più semplice e più produttiva la produzione, l’uomo ha iniziato a creare  varietà di grani.

I grani moderni sono frutto di modificazioni genetiche, lavorazione ad alte temperature, largo uso di fertilizzanti chimici; rivelati perfetti per le esigenze dell’industria alimentare. Tale processo ha dato origine a un grano scarso dal punto di vista nutrizionale e con un alto quantitativo di proteine non solubili (glutine). 

In questi ultimi anni, alcuni agricoltori in diverse zone dell’Italia hanno dato inizio alla riscoperta della coltivazione dei grani antichi, lontani dalle logiche delle multinazionali. 

Quali sono e perchè scegliere i grani antichi? 

Con l’appellativo Grani Antichi, si indicano tutti i grani che, nel corso del tempo, non hanno subito interventi di selezione e modifiche genetiche da parte dell’uomo, ma sono rimasti originali. E’ per questo che i grani antichi, oggi, rivestono un’importanza inestimabile, proprio perchè sono rimasti come madre natura li ha creati.  

Il più noto è diffuso a livello nazionale è il Senatore Cappelli, ma troviamo anche il Saragolla o Khorasan, il Russello, il Gentil Ross, il Farro, la Timilia, il Grano Monococco, e molti altri a seconda della regione di produzione. 

Numerose ricerche hanno dimostrano la superiorità nutrizionale delle antiche varietà di frumento, ma soprattutto il ritorno al consumo di questi grani offre una serie di benefici per la salute e vantaggi all’ambiente. 

Scopriamo perché scegliere i grani antichi per un’alimentazione sana e giusta anche nei confronti dell’ambiente: 

  • Presentano processi naturali di panificazione, che si basano sulla macinazione a pietra e lievitazione più lunga, ottenendo perciò una bassa raffinazione e alte proprietà nutrizionali presenti. 
  • Altamente digeribili, esercitano azioni benefiche sulla funzionalità intestinali. 
  • Maggior contenuto di proteine, vitamine e minerali ed un minor contenuto di carboidrati. 
  • Contengono una percentuale minore di glutine, a differenza dei grani moderni che con i processi di lavorazione notevolmente velocizzati sviluppano più glutine.  
  • Tutela della biodiversità e della cultura agricola del proprio territorio; la scelta dei grani antichi significa anche sostenere i piccoli produttori agricoli che ogni giorno con coraggio affrontano la concorrenza del grande mercato nel produrre grani di qualità. 
  • Ricche di una grande varietà di sostanze fitochimiche biologicamente attive come i polifenoli, con importanti funzioni nutraceutiche, incluse le attività: antitumorale, antinfiammatoria, immunosoppressiva, cardiovascolare, antiossidante e antivirale.
  • Un recente studio ha messo in evidenza un abbassamento significativo del colesterolo totale, di quello Ldl, detto anche «cattivo», e del glucosio nel sangue
  • Diversi studi epidemiologici hanno dimostrato che risultano in grado di  prevenire malattie cronico-degenerative come diabete, tumori e malattie cardiovascolari, grazie alle sostanze fitochimiche bioattive in esso contenute.

Non dimentichiamo mai l’origine delle nostre terre! 

Per un acquisto sicuro, compra ora: 


RIPRODUZIONE VIETATA. QUESTO ARTICOLO HA SOLO FINE ILLUSTRATIVO E NON SOSTITUISCE IL PARERE DEL MEDICO. NON E’ DESTINATO A FORNIRE CONSIGLI MEDICI, DIAGNOSI O TRATTAMENTO. DISCLAIMER

Articolo scritto da: Anna

 

You Might Also Like...

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Privacy Policy