Soia pianta e alimento, cosa conoscere su questo legume
Alimentazione sana

Soia pianta e alimento, cosa conoscere su questo legume

 

Soia pianta e legume gustoso e ricco di proprietà

La soia come alimento è costituita dai semi del Glycine max, appunto una leguminosa che trova la sua origine come è intuibile da chi la conosce e ne apprezza le virtù organolettiche e non solo,  in Asia orientale. In natura esiste una pianta affine che prende il nome di Glycine soja, anche se tale nome può facilmente essere associato alla soia rappresenta invece la varietà selvatica e non viene impiegata a scopo alimentare.

Ai giorni d’oggi la soia risulta essere uno dei vegetali maggiormente coltivati sul pianeta per rendersene conto basta rifarsi ai dati della FAO, ovvero l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura che fa emergere ciò che segue:

  • Stati Uniti
  • Argentina
  • Brasile
  • Cina 

I 4 Paesi produttori al mondo. 

Soia o Soia geneticamente modificata?

Ormai nella cultura generale entrambe appaiono e convivono, sulle tavole di molte persone la seconda forma ad oggi, negli States è la forma prevalente.

Le caratteristiche nutrizionali della soia sono molteplici, prima di tutto va detto che questo legume risulta particolarmente ricco di proteine, si tratta di macronutrienti che “occupano” il 36% del peso dei semi di soia. Una porzione di questo legume apporta anche una discreta quantità di carboidrati e grassi, rispettivamente il 30% e il 20%. Interessante anche il contenuto di fibra che è del 9% sempre misurato sul peso, le fibre alimentari sono eccellenti nel favorire il regolare funzionamento dell’intestino come noto.

Solo per vegetariani?

Sulle persone vegane e vegetariane c’è una sorta di stigma, chi assume carne pensa spesso (ma non sempre per fortuna!) che chi sceglie una dieta vegana o vegetariana non sappia godersi il cibo, poi magari assaggia un insalata con la soia e scopre il gusto di questa rimanendone sorpreso.

Infatti ciò che contraddistingue questo legume è un sapore delicato che piace a molti, in più visto il suo apporto nutrizionale scegliere di mangiarla è garanzia di fare qualcosa di serio per il proprio organismo.

Le proteine della soia, come quelle di altri legumi, hanno come detto a più riprese un ottimo profilo nutrizionale, che si completa con un abbinamento che preveda i cereali. Restando sulla “composizione” della soia, questa ha anche un buon contenuto di potassio e ferro, nella misura di 1.8 g e 15.6 mg, che tradotto diventa: 

  • 45% di potassio
  • 86% di ferro

sulla base della dose giornaliera consigliata di assunzione di entrambi.

In conclusione, la soia è un legume attraverso il quale si possono preparare insalate ma anche piatti più elaborati, è ottima da sola e accompagnata con verdure ma non solo, quindi viste le sue molteplici “attitudini” assumerne costantemente significa godersi un sapore unico e farsi del bene volendo utilizzare un espressione appropriata.

 

Articolo scritto da: Erika

You Might Also Like...

No Comments

    Leave a Reply

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Privacy Policy