Spezie e Erboristica: Zenzero - Galanga e Liquirizia
Alimentazione sana Rimedi naturali

Spezie e Erboristica: Zenzero – Galanga e Liquirizia

 

La Galanga: Cos’è? Le sue proprietà e la sua storia

In pochi conoscono la sua esistenza e ancora di meno sanno che questa pianta viene considerata tra le spezie simili allo zenzero, quest’ultimo invece, assai più conosciuto. La galanga è una pianta originaria del Sud Est Asiatico, ma recentemente la sua coltivazione si sta diffondendo anche nei Paesi che presentano un clima caldo.

Ma cos’è la galanga? Quale parte è utile come rimedio erboristico o alimentare?

La galanga come detto è una pianta e nel suo impiego sia medicamentoso che culinario, si impiega la sua radice dal sapore pungente, in questo rassomiglia allo zenzero.

È una spezia impiegata in Thailandia, in Malesia e in Indonesia ed è ricca di proprietà terapeutiche per l’organismo. Il nome officinale della galanga è Alpinia officinarum.

Come detto il rizoma della galanga è simile allo zenzero, difatti anche questa pianta fa parte della stessa famiglia, quella delle zingiberaceae e può essere coltivata, a patto che trovi luogo in una zona calda, in vaso o nell’orto proprio come lo zenzero e la curcuma. Pare che la galanga sia approdata in Europa la prima volta durante il Medioevo, in seguito questa pianta cadde in disuso mentre in Oriente, invece, continua a essere impiegata, sia in cucina che a scopo medicamentoso.

Si sono osservate fino ad ora unicamente il sapore della galanga e l’aspetto che appunto somigliano a quelli dello zenzero, ma anche le proprietà di questa pianta sono affini alla radice del più noto zenzero. Le proprietà della galanga sono utili in casi di:

  • problemi respiratori 
  • catarro 
  • per una corretta digestione
  • come calmante dello stomaco
  • per combattere gonfiori e gas addominali
  • per alleviare il senso di nausea
  • lieve effetto lassativo 
  • rappresenta inoltre un valido aiuto se si intende regolarizzare l’intestino
  • depura l’organismo
  • ha proprietà antibatteriche 

Le proprietà dello Zenzero

Lo zenzero possiede proprietà antiemetiche che pare risiedano in effetti locali sulle pareti dello stomaco e dell’intestino. I principi attivi della pianta si concentrano nella sua radice questi sono riconducibili a: 

  • gingeroli
  • resine 
  • mucillagini

Nella medicina tradizionale orientale, lo zenzero viene impiegato nel trattamento dell’osteoartrite, dell’influenza, quale stimolante del cuore, e per svolgere un azione protettiva della mucosa gastrica.

Lo zenzero è impiegato anche contro l’alitosi, può infatti rappresentare un valido aiuto, quando è mescolato con acqua calda bollita per 10 minuti. Si tratta di un rimedio che favorisce la digestione e va a contrastare l’accumulo di tossine.

Le proprietà della Liquirizia

La liquirizia è (oltre che buona):

  • digestiva
  • diuretica
  • antinfiammatoria
  • espettorante 
  • protettiva della mucosa gastrica
  • rappresenta un valido sostegno per combattere la pressione bassa (impiegandola con moderazione)

Le sue innumerevoli proprietà sono note ormai da secoli e viene indicata anche per combattere tosse, mal di gola, catarro, cervicale e acidità gastrica.

La virtù che nella storia ha reso autorevole la liquirizia era la sua capacità dissetante, basti pensare che gli Sciti, ovvero una popolazione nomade d’origine iranica come ceppo linguistico, normalmente si alimentavano solo con formaggi di capra e liquirizia, camminavano per ore nel deserto senza soffrire la sete grazie all’azione rinfrescante di questa nota radice.

 

Articolo scritto da: Erika

You Might Also Like...

No Comments

    Leave a Reply